X
IT EN

Rimini Fiera

  • Rimini

  • 2002

  • Foto: D. Domenicali

I nuovi padiglioni fieristici realizzati con facciate continue a taglio termico sono realizzati dallo studio Von Gerkan Marg and Partners di Amburgo

La nuova Fiera nasce a nord di Rimini, in un’area non più campagna ma non ancora città. L’obiettivo della committenza e degli architetti coinvolti nel progetto era quello di caratterizzare la zona interessata con un’opera architettonica che fosse il simbolo della atavica vocazione commerciale e turistica di Rimini.
Il progetto consiste in 16 padiglioni espositivi di 6.000 mq l’uno (lunghi 60 m e privi di pilastri interni), un corpo centrale con destinazione uffici, zone ristoro e servizi e quattro torri luminose alte 32 m per una superficie utile complessiva di 127.000 mq. La grandezza e la qualità dell’intervento fanno si che la Fiera svolgerà un ruolo determinante nella qualificazione del tessuto ambientale esistente divenendone il polo attrattivo economico.

Sistemi utilizzati

  • Facciate continue a taglio termico

  • Portoni carrabili con luce di passaggio L= 5,5 m. / H= 7,5 m.

  • Porte di ingresso girevoli (D= 3 m.) con tetto in vetro

La tecnologia

La Focchi SpA ha curato tutta la fase progettuale e produttiva delle facciate essendo capogruppo della Associazione di Imprese a cui è stata affidata la realizzazione dell’opera.

I curtain walls, coprendo un’area totale di 30.000 mq di vetro, identificano l’opera coniugandosi alle coperture in legno lamellare per una capacità espositiva dei padiglioni di 82.000 mq.

La volontà degli architetti era quella di conferire snellezza all’opera mediante le facciate: si sono dunque studiati dei montanti in alluminio alti 8 m., con una mostra di soli 75 mm che enfatizzasse la verticalità della facciate. A ciò si è aggiunto un naso estetico esterno che corre lungo tutto il montante. Si sono pertanto superate le difficoltà indotte dalla snellezza dei montanti (per altro esasperate dal fatto che ci si trovi in zona sismica) attraverso una serie d accorgimenti tecnologici che tenessero conto della instabilità flesso torsionale dei profili in alluminio e della deformabilità della struttura portante (pilastri 50 x 50 in c.a. e travi principali con fredde di 5-6 cm).

Architetti

Gmp Architekten Von Gerkan, Marg und Partner, Amburgo

Lo Studio di architettura von Gerkan, Marg and Partners è stato fondato da Meinhard von Gerkan e Marg Volkwin nel 1965. Ad oggi comprendere altri quattro partners, un partner per la Cina, dodici partner associati e più di 500 dipendenti in dieci uffici in Germania e all'estero. gmp è una dei pochi studi con una posizione “generalista”, che si assume la responsabilità di un progetto dall'idea di progettazione, alla sua realizzazione fino alla design interno. Sono riconosciuti a livello internazionale, non solo per progetti come la Nuova Fiera di Lipsia, la Nuova Fiera di Rimini o il Padiglione Cristo per l'EXPO 2000, ma anche per il loro design. Gli esempi più importanti sono la ricostruzione e la copertura dello Stadio Olimpico di Berlino o la Stazione Centrale di Berlino, completata nel 2006. Lo studio gmp è riuscito a vincere più di 470 premi in concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali oltre 270 primi premi e un gran numero di premi per l'architettura. Più di 330 edifici sono stati costruiti da gmp in tutto il mondo.