X
IT EN

Pfizer Building 500

  • Sandwich, UK

  • 2000

  • Foto: Charlotte Wood

L’edificio consta di 4 blocchi a sviluppo orizzontale caratterizzati da baw-windows sfaccettati.

La PFIZER, mondiale in campo farmaceutico, rappresenta il motore trainante l’economia di Sandwich, città della regione del Kent. La nuova sede, nota come “Building 500” è l’ultimo e più grande anello di una catena di edifici e stabilimenti nati grazie agli investimenti della casa farmaceutica nell’ultimo decennio.
.
La AMEC Ltd., una delle più importanti imprese di costruzione inglesi, ha curato l’architettura ed il management dell’opera, essendo tradizionalmente specializzata in edifici con destinazione a centro di ricerca e sperimentazione..
.
L’edificio consta principalmente di 4 blocchi a sviluppo orizzontale caratterizzati da baw-windows sfaccettati: essi, chiudendosi nel courtyard centrale, sono raccordati da una grossa cerniera denominata “main node”, da due corpi di collegamento più piccoli denominati “mini nodes” e, in chiusura del perimetro, da un “bridge link” dell’edificio.

La tecnologia

Il progetto si presenta complesso nella densità di tipologie di prodotti applicati. I bay-windows sfaccettati sono di notevoli dimensioni (circa 12x12 ml) con un conseguente utilizzo di moduli Vision aventi quadrature di 3.4x2.1 ml. Le facciate sono realizzate con la tecnologia del silicone strutturale, con profili “custom made” aventi la particolarità di un pressore estetico orizzontale. La fascia a marcapiano è caratterizzata da un overcladding mediante pannelli in alluminio scatolari aggettanti rispetto al piano del vetro di facciata. Al fine di migliorare il confort visivo è stato utilizzato l’ “okalux” tra le due lastre del vetrocamera: è un metacrilato che, grazie alla sua natura cellulare, riesce ad aumentare la diffusione della luce all’interno degli ambienti..
.
Il main node si distingue per una facciata concava realizzata con tecnologia a silicone strutturale e per la “main entrance” , una facciata sospesa a lastre indipendenti alta 12 ml e larga 30 ml i cui vetri sono fissati con supporti in fusione di acciaio inox a quattro bracci ancorati alla struttura portante in acciaio a tubi circolari..
La main entrance è attraversata da 2 tunnel vetrati, detti “panoramic science corridors”, costituiti da una ossatura metallica sulla quale sono saldati i nasi per il fissaggio puntuale dei vetri mediante il sistema a rotule..
.
I mini nodes seguono la stessa filosofia costruttiva dei bay-windows ma si contraddistinguono per la presenza di frangisole che seguono l’andamento sfaccettato del cladding. Singolare è il loro ancoraggio realizzato mediante apposite tiranterie in acciaio inox fissate mediante lame inox inserite in opportune tasche sui montanti di facciata..
.
Anche i due corpi scale sono completamente vetrati e, data la trasparenza, è stato utilizzato staffame e bulloneria completamente in acciaio inox.

Architetti

David Hammond e AMEC Group Ltd

L'architetto David Hammond e la AMEC Ltd, una delle più importanti imprese di costruzione inglesi, hanno curato con Focchi architettura ed il management dell'opera.