X
IT EN

Banca Popolare di Lodi

  • Lodi

  • 1999

  • Foto: D. Domenicali

Il nuovo edificio della Banca Popolare di Lodi accoglie in sé materiali antichi e nuovi come il cotto, il vetro, l’acciaio e l’alluminio

Il nuovo edificio della Banca Popolare di Lodi, situato a fianco della stazione della cittadina lombarda, accoglie in sé materiali antichi e nuovi come il cotto, il vetro, l’acciaio e l’alluminio.
Così mentre il cotto à stato utilizzato dallo studio di Renzo Piano con concetti e funzioni diverse dalla sua “nascita”, l’intervento della Focchi Spa ha permesso l’integrazione degli altri elementi a corollario dell’insieme architettonico.

Sistemi utilizzati

  • Serramenti a T.T.

  • Vetrate blindate

La tecnologia

Le ampie vetrate ai piani realizzate con profili a taglio termico, incorporano aperture a scomparsa e tende esterne a rullo comandate da centraline sole/vento. La forma dei profili è stata studiata in collaborazione con l’Architetto sia per quanto riguarda la parte estetica, sia per i dettagli tecnici: ad esempio il profilo traverso a pavimento è diventato, con opportune lavorazioni, una bocchetta di aerazione dell’impianto di climatizzazione. Per rispondere alle esigenze di sicurezza della banca, al piano terra sono stati utilizzati profili e vetri antiproiettili, sia per le vetrate sia fisse che per quelle apribili.
La Focchi Spa è certificata UNI EN ISO 9001 dal DNV, per cui tutto il ciclo di lavoro: progettazione, produzione ed installazione è sotto il controllo qualità.

Architetti

Renzo Piano Building Workshop (RPBW)

Nato a Genova nel 1937 in una famiglia di costruttori. Si laurea nel 1964 al Politecnico di Milano. È tra i più noti e attivi architetti a livello internazionale, vincitore del Premio Pritzker consegnatogli dal Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton alla Casa Bianca nel 1998. Ha vinto inoltre altri prestigiosi premi tra cui: Premio Imperiale 1995, Leone d’oro alla carriera nel 2000 e il Premio Sonning nel 2008. Nel 1969, a seguito della crescente fama nazionale, dovuta anche alla pubblicazione delle opere sulle riviste del settore (Domus e Casabella), Piano realizza il padiglione per l'industria italiana all'Esposizione Universale del 1970 a Osaka. Nel 1981 Piano fonda il Renzo Piano Building Workshop (RPBW), con uffici a Genova, Parigi e New York. Nel 1988 il comune di Genova gli affida l'incarico di ristrutturare il Porto Antico, in vista delle Celebrazioni Colombiane (Expo '92 Genova), festeggiamento dei 500 anni della scoperta dell'America. Nel 1994 vince il concorso internazionale per il nuovo Auditorium Parco della Musica di Roma, inaugurato nel 2002. Nel 2004 porta a compimento la Chiesa di Padre Pio a San Giovanni Rotondo Nel 2006 diventa il primo italiano inserito da TIME nell'elenco delle 100 personalità più influenti del mondo, nonché tra le dieci più importanti del mondo nella categoria Arte ed intrattenimento. Nel 2008, dopo quasi dieci anni di progettazione e lavori, viene inaugurata poi la California Academy of Sciences di San Francisco, uno tra gli edifici più eco-sostenibili al mondo per la ricercatezza con cui sono stati scelti i materiali.