X
IT EN

Serafico 200

  • Roma

  • 2002

  • Foto: D. Domenicali

Integrale sostituzione della facciata continua dello stabile.

L’intervento riguarda la integrale sostituzione della facciata continua dello stabile per uffici sito in via del Serafico 200 in Roma, da eseguirsi previa la rimozione della facciata esistente, con la nuova facciata continua descritta negli elaborati di progetto.

L’edificio è, e rimarrà, parzialmente abitato anche durante le opere di sostituzione della facciata.

E’ necessario quindi operare nel pieno rispetto delle esigenze di sicurezza e funzionalità, predisponendo tutti gli accorgimenti atti a garantire, durante la progressione del cantiere, tutte le condizioni di piena sicurezza degli accessi, dei percorsi esterni e degli occupanti lo stabile.

E’ necessario altresì che le modalità di installazione limitino, al massimo, a 5 giorni naturali e consecutivi il lasso di tempo tra la rimozione della singola specchiatura di facciata e la posa della nuova cellula in sostituzione.

Sistemi utilizzati

  • Facciate montanti e traversi

La tecnologia

Facciate continue costituite da telai monolitici "cellule", realizzati con profilati estrusi di alluminio termo-colorato su cui vanno fissati, in officina con l’impiego di siliconi bicomponenti, dei pannelli "vetrocamera".
La soluzione con telai vetrati, come sopra descritto, indipendenti e riportati nel telaio di struttura della cellula, soddisfa le richieste prestazionali di:

consentire il montaggio in opera delle strutture disgiunte dai telai vetrati per sopperire a particolari contingenze di cantiere;rendere più semplice l’eventuale intercambiabilità di vetrate rotte per cause accidentali;ottenere dei varchi in facciata o modificare alcuni moduli in funzione di un futuro ampliamento di parti dell’edificio.

Dette operazioni sono possibili arrecando il minimo disturbo e interruzione delle attività svolte all’interno dei locali, in quanto la movimentazione dei componenti si effettui dall’esterno.
La costruzione delle "cellule" di facciata, avviene in officina con procedimenti industriali.
Le sagome dei montanti, dei traversi superiori e inferiori, consentono l’accoppiamento tra i loro reciproci delle varie cellule, sia in senso verticale che orizzontale, realizzando quindi dei giunti telescopici.
La forma del telaio portavetro contiene il vetro per tutto il suo spessore, e proporzionati distanziatori di polietilene trasferiscono il peso delle lastre di vetro sulla traversa inferiore.
Il vetrocamera aderisce a detto telaio mediante una sigillatura continua, per tutto il perimetro, con silicone neutro bicomponente.
Le operazioni di sigillatura "strutturale" sono eseguite esclusivamente in officina secondo precise regole di pulizia e metodi applicativi concordati ed approvati dal fabbricante del silicone.

Architetti

PR.AS - Roma studio di architettura

Marchio che raggruppa l’associazione professionale PRAS Consulting – Progettisti Associati e la società PRAS Tecnica Edilizia srl. Con sede a Roma, opera in diverse nazioni e in diversi settori: urbanistica, architettura, strutture, impianti, sicurezza nei cantieri, direzione lavori, project management. L’esperienza progettuale si è consolidata nella realizzazione di impianti sportivi, alberghi e strutture turistiche, edifici militari, ospedali e strutture sanitarie, centri commerciali e uffici, opere di restauro e ristrutturazione. Particolarmente specializzati in grandi coperture, strutture antisismiche, impianti e reti di servizi.