X
IT EN

Crown Princess, Regal Princess

  • Ttrieste

  • 2000

  • Foto: G.Basilico/ G.Berengo Gardin/ G. Crozzoli

La Crown Princess è la prima di due navi gemelle (la seconda è la Regal Princess) che la Fincantieri di Trieste ha realizzato per la P&O inglese.

CROWN PRINCESS & REGAL PRINCESS
La Crown Princess, attualmente la più bella e prestigiosa nave da crociera del mondo, è la prima di due navi gemelle (la seconda è la Regal Princess) che la Fincantieri di Trieste ha realizzato per la P&O inglese.
Il progetto della Crown Princess è stato sviluppato dalla Divisione Costruzioni Mercantili della Fincantieri, l’Arch. Renzo Piano è successivamente intervenuto nella progettazione della sagoma esterna e dei ponti alti, dando alla nave l’inconfondibile profilo a forma di delfino.
La Crown Princess porta 1680 passeggeri (con 650 persone di equipaggio), ha una stazza lorda di 70 mila t., ha una lunghezza di 245 m., è larga circa 32,25 m., lo scafo è alto 53 m.

La tecnologia

Un elemento che rende eccezionali queste navi è l’impiego della lega leggera per la serramentistica interna ed esterna e per le murate vetrate dei ponti alti. La FOCCHI SPA ha prodotto tali componenti intervenendo nella scelta dei materiali e degli schemi costruttivi in collaborazione con i progettisti. Le soluzioni hanno permesso un risparmio notevole del peso dei serramenti con l’utilizzo di alluminio al posto dei tradizionali ottone e acciaio inox; in questo contesto, oltre alle vetrate ed alle murate, anche la cupola dell’observation lounge (lunga 60 mt. e larga 30) è stata interamente costruita in alluminio. L’ufficio Studi e Ricerche della Focchi insieme allo Studio B.W. di Renzo Piano ha affrontato l’aspetto estetico dei rivestimenti vetrati studiando la forma ottimale del profilo in alluminio per renderne possibile la curvatura sia in senso verticale che orizzontale. La lavorazione è stata effettuata dallo stabilimento Focchi tramite una macchina calandratrice appositamente realizzata per curvare il profilo estruso allo stato F (cioè non bonificato e quindi più tenero). Successivamente il profilo ha subito le lavorazioni meccaniche necessarie, nonché l’invecchiamento (bonifica) ed il processo di protezione superficiale (anodizzazione)

Architetti

Renzo Piano Building Workshop (RPBW)

Nato a Genova nel 1937 in una famiglia di costruttori. Si laurea nel 1964 al Politecnico di Milano. È tra i più noti e attivi architetti a livello internazionale, vincitore del Premio Pritzker consegnatogli dal Presidente degli Stati Uniti Bill Clinton alla Casa Bianca nel 1998. Ha vinto inoltre altri prestigiosi premi tra cui: Premio Imperiale 1995, Leone d’oro alla carriera nel 2000 e il Premio Sonning nel 2008. Nel 1969, a seguito della crescente fama nazionale, dovuta anche alla pubblicazione delle opere sulle riviste del settore (Domus e Casabella), Piano realizza il padiglione per l'industria italiana all'Esposizione Universale del 1970 a Osaka. Nel 1981 Piano fonda il Renzo Piano Building Workshop (RPBW), con uffici a Genova, Parigi e New York. Nel 1988 il comune di Genova gli affida l'incarico di ristrutturare il Porto Antico, in vista delle Celebrazioni Colombiane (Expo '92 Genova), festeggiamento dei 500 anni della scoperta dell'America. Nel 1994 vince il concorso internazionale per il nuovo Auditorium Parco della Musica di Roma, inaugurato nel 2002. Nel 2004 porta a compimento la Chiesa di Padre Pio a San Giovanni Rotondo Nel 2006 diventa il primo italiano inserito da TIME nell'elenco delle 100 personalità più influenti del mondo, nonché tra le dieci più importanti del mondo nella categoria Arte ed intrattenimento. Nel 2008, dopo quasi dieci anni di progettazione e lavori, viene inaugurata poi la California Academy of Sciences di San Francisco, uno tra gli edifici più eco-sostenibili al mondo per la ricercatezza con cui sono stati scelti i materiali.