X
IT EN

One SnowHill

  • Birmingham

  • 2009

  • Contractor: Kier Build Ltd, UK

  • Foto: Charlotte Wood

Importante complesso nella zona della Stazione Ferroviaria di Snow Hill a Birmingham.

Sidell Gibson ha realizzato il piano particolareggiato di questo importante complesso nella zona della Stazione Ferroviaria di Snow Hill a Birmingham che fornisce circa 52.000 m² di superficie ad uso ufficio di alta qualità e 5.000m² di zona commerciale.

La morfologia del sito ha rappresentato una complessa sfida per la sua progettazione che ha coinvolto il riallineamento con le strade circostanti, fornendo un significativo apporto al miglioramento della viabilità dell’intera area. E’ stato creato un nuovo collegamento con la stazione, un nuovo interscambio dei trasporti e la realizzazione di una nuova linea tramviaria su un proprio viadotto.
Questo edificio, insieme al secondo attualmente ancora in fase di realizzazione, formerà un collegamento strategico tra il cuore degli affari di Birmingham e gli storici quartieri Gun e Jewellery.
Con il suo completamento, questo progetto comprenderà anche tutta una serie di spazi pubblici all’interno di un percorso studiato per facilitare la circolazione, soprattutto pedonale, tra le varie aree cittadine.
La veduta fortemente simmetrica da Colmore Square e dall’esterno della stazione, attraverso l’arco, si snoda lungo i vicoli del centro storico ed è delimitata da un muro inclinato a sud-ovest che racchiude un viale pedonale e una futura stazione della metropolitana.
One Snowhill si sviluppa su 15 livelli, è dotato di atri interni ed esterni che ne favoriscono l’illuminazione naturale ed il suo lato affacciato sulla stazione ferroviaria di Snow Hill è caratterizzato da una facciata inclinata di 6° rispetto alla verticale.
La facciata ad interpiano completamente in vetro con tecnologia a silicone strutturale è composta da spandrel in alluminio disposti a piani alternati. Su ogni facciata sono utilizzati dei vetri isolanti Okalux® per ⅓ delle facciate degli uffici con sistemi frangisole differenziati, progettati analizzando l’orientamento del percorso solare, pur mantenendo integra la composizione generale.
Nella facciata a Nord-Est sono inserite delle pinne verticali in vetro trasparente, mentre la facciata Sud-Est è caratterizzata da una doppia pelle con veneziane integrate nel vetrocamera. Infine, la facciata esposta a Sud-Ovest utilizza un sistema schermante composto da pinne orizzontali inclinate.

Sistemi utilizzati

  • Facciate a cellule

  • Elementi integrativi-decorativi

La tecnologia

FACCIATE A CELLULE STRUTTURALI

Il sistema di cellule ad incollaggio strutturale è stato specificatamente progettato per assorbire i movimenti strutturali e poter integrare pinne ornamentali e pale frangisole orizzontali.
Il modulo tipico, dalle dimensioni 1500 L x 3900 H, dal peso di 350 kg, è composto da vetri camera High Performance 50/25 e da spandrel in alluminio. L’inserimento di questi spandrel funzionali “estetici” marcapiano crea una suggestiva decorazione dell’edificio, definendo moduli a doppio volume. La facciata Sud, protesa verso la stazione di Snow Hill con una inclinazione di 6°, si raccorda all’edificio con scenografici angoli vetrati.

Per il bilanciamento energetico della costruzione sono stati utilizzati sia vetri camera tipo Okalux® che tende veneziane “built in” integrate nel vetrocamera.

Le pale frangisole orizzontali, costituite da vetro stratificato con Pvb opacizzante, hanno permesso l’abbattimento ulteriore del fattore solare nel prospetto Sud dell’edificio. Test addizionali sono stati condotti in laboratorio per verificare il comportamento post-rottura di entrambe le lastre vetrate, a garanzia dei più alti standard di sicurezza.

ATRIO E CORPI SCALA

Il suggestivo incastonamento della lobby di ingresso, del cavedio interno e dell’atrio esterno nel centro dell’edificio permette una illuminazione dei corpi interni, creando un bilanciamento energetico ideale.
Le passerelle di collegamento interne, completamente vetrate, connettono la peculiare successione dei vari ambienti lavorativi, permettendo la fruizione degli spazi comuni.
L’atrio esterno, con gli imponenti moduli vetrati strutturali (2800 L x 3900 H), dal peso di 600 Kg ciascuno, si arrampica su di una reticolare spaziale fino al 15° livello, raccordandosi con la copertura in ETFE. I due ingressi principali di Queensway e Metro Boulevard sono costituiti da un sistema di facciate puntuali ancorate a pinne in vetro verticali. I tre corpi scala sono rivestiti da un sistema di facciate a silicone strutturale con vetri serigrafati.

Architetti

Sidell Gibson Partnership

Sidell Gibson Architects è uno studio con sede a Londra e Birmingham, frutto della collaborazione tra Ron Sidell e Paul Gibson iniziata nel 1973. Lo studio vanta successi dal settore commerciale a quello residenziale e in settori specifici tra cui istruzione, housing e interior design. Sidell Gibson Partnership LLP comprende John Miller + Partners Architects con Sidell Gibson e Sidell Gibson Crouch Butler. Sidell Gibson Architects fonda il pensiero architettonico sulla sostenibilità, credendo fermamene che ogni edificio deve rispondere alla sua posizione non solo architettonica, ma anche in termini di prestazioni ambientali; è membro del UK Green Building Council, del The Green Register e dell’Associazione of Environment Conscious Builders. Lo studio di architettura e design Londinese Sidell Gibson Partnership ha collaborato con Focchi nel progetto 30 Gresham Street a Londra e nel progetto One Snowhill a Birmingham.