X
IT EN

Bernard Weatherhill House, Croydon

  • Croydon

  • 2013

  • Contractor: Sir Robert Mc Alpine

  • Foto: Charlotte Wood Photography

Il Croydon Council PSDH civic building è un moderno edificio uffici dell’Amministrazione Pubblica

Il Croydon Council PSDH civic building è un moderno edificio uffici dell’Amministrazione Pubblica, che fungerà da catalizzatore per la riqualificazione dell’intero quartiere circostante, fornendo un forte senso di identità e di presenza nell’ambito della rivitalizzazione complessiva dell’area di Croydon. L'edificio offre una giustapposizione complementare al Municipio ed alla Torre dell'Orologio, risalenti al 17° secolo, che simboleggiano il cuore democratico di questa località alle porte di Londra. Il complesso è costituito sostanzialmente da due edifici: il Main Building di 13 piani fuori terra e l’Annex Building di 5 piani fuori terra, per un totale di circa 20.000 m2.
L'edificio è costruito su una struttura in cemento gettato in opera, con soffitti in cemento a vista e impianto di aerazione per il condizionamento ai piani uffici. Una facciata completamente vetrata è stata scelta per rispondere alle esigenze dell’Amministrazione di un edificio trasparente, i cui impiegati fossero visibili al pubblico. L’uso di facciate a doppia pelle offre elevati livelli di luce naturale e una vista attraverso tutto l'edificio. La progettazione propone inoltre una efficace soluzione di protezione solare passiva che riduce notevolmente i consumi sia per il riscaldamento invernale che per il raffreddamento durante la stagione calda, ed ha previsto avanzate tecnologie ad alta efficienza energetica per rispondere alle esigenze del complesso.
Secondo il protocollo di valutazione ambientale BREEAM, questo progetto è stato certificato con il grado di EXCELLENT.

Sistemi utilizzati

  • Facciate a doppia pelle

  • Piani tipo: facciate a cellule a silicone strutturale

  • Piano Terra: facciate a montanti e traversi con moduli riportati

  • Elementi frangisole in alluminio

  • Copertura vetrata atrio interno

La tecnologia

La tipologia di facciata che caratterizza principalmente il progetto è quella a doppia pelle dove vengono utilizzati prodotti di alta qualità innovativa. Per la realizzazione della prima pelle è stato installato un sistema a cellule, il vetro camera incollato con tecnologia a silicone strutturale è costituito da lastra esterna stratificata, spessore 66.2 con coating selettivo Ipasol neutral 60/33, canalino caldo da 18mm con gas argon e lastra stratificata interna di sicurezza spessore 55.2 valore di trasmittanza termica pari a 1.1 W/m2°C. La pelle esterna è costituita da vetri stratificati temperati extra chiari serigrafati di spessore 13mm agganciati alla struttura in acciaio zincata a caldo tramite accessori a “rotoules” in acciaio inox AISI 316 con testa svasata in corrispondenza dei vetri. L’intercapedine ventilata di 800 mm tra le due pelli è resa pedonabile mediante l’utilizzo pannelli grigliati in acciaio zincato a caldo il cui peso è sostenuto da staffe a mensola aggettanti dal piano di facciata. L’accesso all’intercapedine è assicurata mediante l’utilizzo di più di 100 porte di servizio inserite in facciata. La seconda pelle riveste completamente tre fronti del Main Building con sbalzi dalla geometria trapezoidale che si estendono fino a 5 metri in altezza oltre il livello dei terrazzi, dove sono collocati i louvres automatizzati per l’estrazione dell’aria calda durante la fase estiva. Per la facciata inclinata del fronte sud sono stati inoltre progettati moduli a parallelogramma per assecondare la complessa geometria dell’edificio. I test prestazionali eseguiti hanno evidenziato le ottime caratteristiche acustiche e termiche del prodotto: abbattimento in/out testato in conformità con la EN 140-5:1995 pari a R’W 45 dB, abbattimento da piano a piano (party floor flanking) testato in conformità con EN 20140:1992 pari a 58 dB. Inoltre dai calcoli termici eseguiti si evince un ottimo valore di trasmittanza termica pari a 1,30 W/m2°C. I manufatti sono stati consegnati in cantiere con trasporti “just in time” e stoccati ai vari piani dai quali poi sono stati preparati per l’installazione che è avvenuta operando completamente dall’interno verso l’esterno con sequenza dal basso verso l’alto utilizzando dispositivi di sollevamento situati a vari piani dell’edificio. La cantierizzazione del progetto ha comportato più di un anno di progettazione a stretto contatto con l’architetto e la preparazione di oltre 1000 disegni esecutivi.

Architetti

EPR Architects

Lo studio londinese EPR ha una lunga esperienza nel settore dell’architettura sostenibile; ha progettato sia il primo ufficio nel paese che ha utilizzato la tecnologia combinata di calore ed energia, che il primo sviluppo residenziale che ha ricevuto la classificazione ‘excellent ' EcoHomes dal Building Research Establishment. EPR è nella classifica AJ100 Top Architects UK 2013.