X
IT EN

Torre Europarco

  • Roma

  • 2013

  • Contractor: Europarco srl - Project Manager: ing. L. Di Tria - Progettazione esecutiva: Ufficio Tecnico Europarco srl – ing. L. Chiocchi – arch. M. Prozzo

EUROPARCO è un progetto complesso di 805.000 m3 destinati prevalentemente ad uffici privati con spazi commerciali ricreativi ed edifici residenziali.

La Società EUROPARCO, facente parte del Gruppo Parsitalia RE, ha raccolto la sfida per la creazione del primo “Business Park” di Roma, sistema qualificato e qualificante, che costituisce una centralità metropolitana all’interno del Nuovo Piano Regolatore della città. Il complesso nasce nel quartiere EUR in un lembo di campagna romana sospesa tra città storica consolidata e periferia in cui sono presenti e fortemente connotate vocazioni terziarie, espositive, ricreative e ricettive. La storica presenza in loco di edifici per uffici, del palazzo dello sport, delle aree museali ed espositive è rafforzata dall’attuazione del nuovo Centro Congressi di Roma – polo per 10.000 utenti – e servita da un sistema di mobilità che fruisce di linee di trasporto pubblico su ferro e su gomma, nodi di scambio ed un sistema di mobilità a grande scorrimento e di collegamento aree aeroportuali, arterie autostradali e viabilità urbana. EUROPARCO è un progetto complesso di 805.000 m3 destinati prevalentemente ad uffici privati con spazi commerciali ricreativi ed edifici residenziali, caratterizzato da un’immagine che coniuga le suggestioni della “land-art” con la modernità high-tech dei prospetti degli edifici.

Sistemi utilizzati

  • Facciate "piani tipo" a cellule strutturali

  • Facciate "piano terra" a montanti e traversi

  • Rivestimento "copertura palpebra" in lamiera di alluminio

  • Elementi frangisole verticali in alluminio

  • Cellule spandrel con profilo decorativo esterno

Architetti

Studio Transit

Lo Studio Transit di Roma è oggi formato dai cinque partners Gianni Ascarelli, Alessandro Pistolesi, Manuela de Micheli, Sergio Vinci e Roberto Becchetti. Dopo le esperienze dei primi anni Settanta nell’architettura d’interni, lo studio orienta la propri attività di progettazione nel campo della residenza e del commercio, oltre che nel settore della riqualificazione urbana e del sistema dei trasporti metropolitani. I progetti e le opere realizzate sono caratterizzati da un linguaggio architettonico evoluto che, nel costante rispetto del passato e della tradizione, contiene in sé soluzioni morfologiche innovative, tecnologie avanzate e una scelta di materiali coerente ai principi di modernità e razionalità.