X
IT EN

Nestle Headquarters - Edificio U27

  • Assago

  • 2014

  • Contractor: MilanoFiori 2000

  • Foto: Andrea Martiradonna

Headquarters Nestle' Italia

Il progetto architettonico di Park Associati ha come obiettivo l’integrazione dell’edificio nel contesto di Milanofiori, in riferimento al sistema dei percorsi esistenti, ai fattori climatici e all’impianto urbanistico generale. Il complesso si sviluppa intorno ad una corte centrale, una sorta di “giardino segreto” per i fruitori dell’edificio, che nonostante le sue caratteristiche di riservatezza e chiusura, riesce a mantenere una permeabilità visiva con l’esterno, grazie ad una rete di percorsi pedonali di attraversamento. L'ingresso dell’edificio è raggiungibile tramite un percorso connesso direttamente all’accesso pedonale principale dell’area, collegato a sua volta alla stazione della metropolitana. L'ingresso è inoltre in contatto visivo con il cortile interno ed è inondato di luce naturale mediante un grande lucernario. L’edificio si presenta compatto e razionale in pianta, mentre i prospetti si articolano in una serie di blocchi che consentono una composizione leggera e frammentata. Questo risultato è ottenuto dividendo l'intero edificio in blocchi, una serie di “scatole sospese” di dimensioni e altezze diverse, ciascuna con una facciata leggermente inclinata. Alcuni di questi blocchi hanno le facciate vetrate e trasparenti, per dare luminosità naturale agli interni e per stabilire un contatto visivo con l’ambiente esterno. Altri blocchi sono opachi con superfici esterne che riflettono l’ambiente naturale circostante. In alcuni punti la composizione delle facciate è arricchita con l'aggiunta di lame verticali in vetro colorato che articolano ulteriormente i volumi senza intaccarne la trasparenza. Notevole importanza è stata data alla questione del contenimento dei consumi energetici, l'edificio infatti riceverà un certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) "Core e Shell" in classe Oro.

Sistemi utilizzati

  • Facciata a cellule con vetro doppia camera e pinne in vetro

  • Facciate piano terra a montanti e traversi

  • Rivestimento di facciata costituito da lamelle verticali in cotto

La tecnologia

L’involucro esterno sviluppa in totale 12.000 m2, suddiviso nelle seguenti tipologie di facciata:
- Facciata continua a cellule di tipo strutturale a pelle singola con vetro doppia camera (TGU). I profilati di facciata sono stati estrusi su disegno ad hoc secondo le indicazioni della D.A . Fin frangisole verticali in vetro in vetro stratificato con PVB colorato inserite nelle fughe di cellula, disposte nei prospetti in maniera casuale.
- Aperture a sporgere in cellula con sistema strutturale a scomparsa.
- Rivestimenti in lamiera stirata per i volumi tecnici e seconda pelle facciate a cellule (zone nicchie).
- Lucernario + facciata di tamponamento veranda atrio interno composto da una facciata montanti e traversi con specchiature di forma trapezoidale; compresa la parte di copertura cieca.
- Serramenti vari inseriti nelle murature.
- Rivestimento delle murature del basamento in listelli in cotto colorato nelle tre tonalità di grigio, disposti in verticale e orientati in maniera casuale.
La tipologia di facciata che caratterizza principalmente il progetto è quella a cellule strutturali con vetri doppia camera, dove sono utilizzati prodotti di alta qualità innovativa: Per la realizzazione delle cellule è stato realizzato un sistema a cellule ad-hoc, il vetro camera incollato con tecnologia a silicone strutturale è costituito da lastra esterna monolitica chiara, spessori dieci con coating selettivo Ipasol neutral 70/39, canalino warm edge da 16 mm con gas argon, la lastra intermedia monolitica temperata di spessore 8 mm, canalino warm edge da 16 mm con gas argon e lastra stratificata interna di sicurezza spessore 66.2 valore di trasmittanza termica pari a 0.8 W/m2°C. Per le facciate esposte a nord invece, si è preferito un vetro di composizione identica ma con schermatura ridotta e coating basso emissivo, che conferisce maggiore trasparenza. Le facciate incorporano delle fin verticali in vetro composte da una lastra stratificata di sicurezza spessore 88.4 di cui due film di PVB colorato, che ne conferiscono la colorazione blu. Gli elementi frangisole verticali in vetro stratificato sono stati vincolati ai montanti di cellula mediante degli spessori in acciaio continui e viti metriche passanti (vetri forati) per garantire una maggiore superficie di appoggio, fondamentale per contrastare l’onerosa spinta del vento (pressione/depressione), che incrementa notevolmente nelle zone d’angolo. Su questa facciata sono inseriti degli apribili a sporgere sempre sistema di profili a scomparsa (integrati in cellula) e a silicone strutturale. Le cellule d’angolo sono state realizzate con montati speciali d’angolo realizzati anch’essi ad-hoc; anche questi montanti incorporano ove richiesto le fin d’angolo. Alcune porzioni di queste facciate sono state oscurate sull’esterno creando una doppia pelle con lamiere stirate installate su dei telai apribili, per consentire comunque la pulizia delle facciate; le lamiere stirate in alluminio verniciato colore nero sono le medesime installate in copertura per il mascheramento degli impianti.
Il lucernaio è stato realizzato con sistemi a montanti e traversi adagiati su di una struttura in carpenteria metallica esistente, con moduli di forma trapezoidale irregolare. Anche la facciata in verticale che racchiude il lucernario e la veranda è realizzata con il medesimo sistema, ma con soluzione a pressori; qui ci siamo occupati anche di fornire la carpenteria metallica che realizza i montanti, con trattamento di zincatura e verniciatura RAL 7040. Anche la copertura è stata oggetto della nostra fornitura ed è realizzata mediante lamiere graffate a vista, guaine e pannelli coibentati; per garantire la manutenzione è stata predisposta una linea vita.
Per la facciata dell’ingresso abbiamo utilizzato una facciata di tipo montanti e traversi, con ritegni meccanici puntuali e fughe vetri sigillate. Anche in questo caso la colorazione dei profili è grigio RAL 7040. Le porte inserite in questa facciata sono state realizzate con vetri incollati mediante silicone strutturale, per migliore l’estetica.
La facciata in cotto è composta da listelli tubolari di forma rettangolare realizzati in tre tonalità di grigio dalla più scura alla più chiara. I listelli hanno la particolarità di avere quattro lati in vista di conseguenza è stata sviluppata una tecnica insolita per la cottura in forno, dove questi elementi sono stati, infatti, appesi. Per ragioni di sicurezza, onde evitare la caduta nel vuoto degli elementi, nel caso in cui avvenisse la rottura accidentale dei listelli, sono stati inseriti all’interno delle tubolarità del cotto dei montanti in acciaio zincato continui, solidarizzati mediante i tappi di testa in alluminio verniciato, in abbinamento al cotto. I listelli sono installati in verticale disposti in maniera casuale, come orientamento (da 0 a 180°) e come colore e sono montanti su di un reticolo orizzontale di profili in alluminio verniciati e preforati, ancorati alla muratura del basamento. Sulla muratura del basamento sono presenti dei serramenti in parte fissi e in parte apribili, inseriti dietro al rivestimento in listelli in cotto.
I test prestazionali eseguiti sulle facciate a cellule, condotti presso un laboratorio di prova, hanno evidenziato le ottime caratteristiche acustiche e termiche del prodotto:
• abbattimento in/out testato in conformità con la EN 140-5:1995 pari a R’W 43 dB,
• abbattimento da piano a piano (party floor flanking) testato in conformità con EN 20140:1992 pari a 55 dB.

Architetti

Park Associati

Profile Set up in 2000 by Filippo Pagliani and Michele Rossi, PARK ASSOCIATI is an architectural design studio which works on a large scale. The investigation into the dynamics and flows in urban places forms the basis of a wide range of projects for the tertiary, manufacturing and residential sectors. Equally important for the studio is the planning of interiors which pays close attention to both craftsmanship and design. This adopts a transversal approach to the planning process and a vision that seeks to interrelate cultures and specializations, experiments with new technologies and is sensitive to the issues of sustainability and energy saving. Such an approach opens up new possibilities in terms of scope and vision, and on each occasion gives rise to original compositional landscapes where architecture, place, technology and materials combine to create different spatial forms. The projects on urban and architectonic scale underline the aptitude of PARK ASSOCIATI to research solutions that can combine local identity and technological innovation, this is confirmed by the recent awards in competitions and following realized projects. The projects of PARK ASSOCIATI have been showed in several exhibitions and published in Italian and international magazines.