X
IT EN

9° Convegno Internazionale “Tall Buildings”, Milano

 

Il 25 giugno abbiamo partecipato come sponsor alla nona edizione del Convegno “Tall Buildings”, patrocinato da Council on Tall Building and Urban Habitat (CTBUH).

Secondo Aldo Norsa, già professore ordinario dell’Università Iuav di Venezia:

“Una tematica “trasversale” emersa è il contributo degli edifici al rinnovamento delle città favorendo la rigenerazione delle aree abitate più dense e problematiche. I problemi sono molteplici perché si diffondono forme di contaminazione  in cui convivono agglomerati urbani sterminati e architetture che salgono in altezza, non si integrano con l’ambiente, non si rapportano le une con le altre. Invece, per sviluppare una relazione fra morfologia urbana e tipologia edilizia (high-rise) è possibile conferire a quest’ultima un valore iconico con una qualità aggiunta d’inserimento. Quindi, per rapportarsi al contesto con forme architettoniche meno autoreferenziali che colgono le differenze dei luoghi per coniugare il moderno sapere tecnico attraverso un cambio funzionale e tipologico che risolve ogni tipo di problemi complessi. In sostanza il costruire in altezza si rafforza come paradigma della modernità, stimolante per i tre attributi che più lo caratterizzano: efficacia/efficienza, rapporto con la mobilità, non spreco di suolo.

Tra le considerazioni che fanno più riflettere, sviluppate all’Università Iuav di Venezia in collaborazione con il CTBUH, vi è la “sfida del tempo”, perché la corsa all’altezza (molto più frenetica nei Paesi emergenti) fa emergere con prepotenza la problematica della demolizione. Da uno studio del CTBUH sul centinaio di edifici alti demoliti sinora nel mondo si evidenzia che solo due lo sono stati per obsolescenza delle strutture mentre la causa principale è la fatiscenza, soprattutto funzionale. […] Infine, nei nove convegni “Tall Buildings” a completamento della progettazione architettonica si affrontano aspetti tecnologici specifici tra cui la citata “sfida del tempo” è declinata in termini di analisi dei costi dell’intero ciclo di vita consapevoli che l’obsolescenza funzionale è molto più veloce di quella tecnologica e richiede soluzioni nelle quali l’architettura e l’ingegneria sono in stretto contatto”.

Paolo De Paolis, Responsabile Corporate Support presso Allianz, parla dell’importanza di prendersi cura del benessere dei propri dipendenti.

Tall Building Urbanism – 6th Iuav International Conference – CityLife Milano 19/04/2016

Locandina 19 aprileFocchi sponsor della 6th Iuav International Conference CityLife Milano 19.04.2016 a cura del professore Aldo Norsa promossa dall’Università Iuav di Venezia e dal Politecnico di Milano con il patrocinio del Council on Tall Buildings and Hurban Habitat (http://www.ctbuh.org/) e il supporto di CityLife.
La conferenza ha affrontato due tematiche principali attinenti alla progettazione e alla costruzione degli edifici alti coinvolgendo accademici, progettisti, costruttori, urbanisti e studiosi.
Focus quindi sulla realizzazione ex-novo di tall buildings, dalla gestione dei flussi, infrastrutture agli spazi comuni eapprofondimenti sull’intervento sul patrimonio esistente con il recupero, restauro, retrofit e decostruzione.
Pur essendo stati costruiti pochi grattacieli, l’Italia ha accumulato un’expertise esemplare da proporre al mondo.Una per tutte la Torre Isozaki-Maffei di CityLife Milano, il grattacielo più alto d’Italia che stupisce per la sua leggerezza e la tecnologia di una glass architecture che rende più luminosa anche la città riflessa dalle sue facciate realizzate e messe in posa dal Gruppo Focchi. (Scopri qui il nostro progetto)

«L’Italia è pura ispirazione!» Ha affermato il grande architetto Daniel Libeskind chiamato sul palco dal professor Aldo Norsa. «I giovani architetti, oggi, devono avere la forza di affermare le proprie idee e andare avanti, pensando al futuro, senza dimenticare la tradizione».

«Cultura, identità, autenticità» esprimono forse la sintesi del convegno, come ha sottolineato in apertura John Iorio, fondatore della J&A Consultants: «Zigurat. L’uomo nella storia ha sempre cercato di costruire qualcosa di alto per proteggersi o per affermarsi. Oggi più che mai la scala umana è la nuova misura che definisce gli spazi». Alti o altissimi che siano «i grattacieli in Italia» ha affermato Patricia Viel della Citterio & Viel «restano sempre e ancora degli eroi».

Un convegno che ha affrontato urgenti tematiche del settore, facendo dialogare con un insolito ritmato ed elegante equilibrio anima e tecnicalità guardando al «moderno come un qualcosa di cui siamo eredi» come ha ricordato saggiamente Maria Antonietta Crippa del Politecnico di Milano.

–          photogallery 

 
Programma della conferenza TALL BUILDINGS

Milano, 19 Aprile 2016  – ore 9:30 – 17:30
Sala Convegni  CityLife – Piazza Alberto Burri – 20145 Milano

http://www.ctbuh.org/Events/CTBUHRelatedEvents/1604_IUAVTallConference/tabid/7159/language/en-US/Default.aspx

9:30  Registrazione (caffè di benvenuto)

10:00  Saluti – Mario Beccati, direttore tecnico, CityLife.

10:10  Presentazione – Aldo Norsa, professore ordinario, Università Iuav di Venezia.

10:20 Introduzione –  John Iorio, fondatore, J&A Consultants.
I Sessione – I nuovi interventi

10:40 Andrea Rolando (Politecnico di Milano) – Il difficile mix tra high rise, low rise e spazi urbani.

11:00 Gianfranco Ariatta – Progettazione mep per la prima torre CityLife (Isozaki – Allianz).

11:20 Mauro Eugenio Giuliani (Redesco) – Strutture per la seconda torre CityLife (Zaha Hadid – Generali).

11.40 Lukasz Platkowski (Gensler) – Progettare l’ottimizzazione degli spazi interni per uffici.

12:00 Ennio Brion (Iper Montebello) – Lo sviluppo urbano del quartiere Portello-Fiera.

12:20 Giuseppe Dibari (Deerns) – Tall e Smart Buildings.

12:40 Patricia Viel (Citterio & Viel) – I grattacieli di nuova generazione.

13:00  Bernardo Fort Brescia  (Arquitectonica) – Le torri residenziali (Solaria, ecc.)

13:20 Pranzo.
II Sessione – Gli interventi sull’esistente

14:40 Dario Trabucco (CTBUH – Università Iuav di Venezia) –  Life Cycle Thinking.

15:00 Gary Steficek  (Gms)  – Il restauro del Woolworth Building.

15:20 Maria Antonietta Crippa  (Politecnico di Milano) – Il restauro dei grattacieli Pirelli e Galfa e la sfida “Torre Velasca”.

15:40 Alberto Ferrari (Ramboll Uk) –  Il miglioramento delle strutture e la riqualificazione dell’involucro della Torre Galfa.

16:00  Leonardo Cavalli (One Works) – Rapporto tra edifici alti e spazi pubblici.

16:20 Italo Savastano (Otis) – Il ruolo dell’ascensore nella ristrutturazione dei grattacieli.

16:40 Elena Giacomello (Università Iuav di Venezia)- Progettazione di living green envelopes.

17:00 Daniel Libeskind  – Una vita nella progettazione di edifici alti a Milano e nel mondo.

17:30 Conclusioni e chiusura del convegno.

 

Ore 18:30 -19:30

Inaugurazione mostra “Milano – il nuovo skyline“ collegata alla 21° Triennale di Milano (http://www.21triennale.org/) presso l’Urban Center inGalleria Vittorio Emanuele II nel cuore di Milano.Sono intervenuti: Alessandro Balducci (Comune di Milano), Pierluigi Nicolin (21° Triennale), Valerio Paolo Mosco (Iuav).