70 St Mary Axe
Il sistema di facciata continua è progettato specificatamente a cellule completamente vetrate.
Seguendo la forma dell’edificio, a seconda della posizione del piano, ogni singolo tipo di cellule è unico per altezza e curvatura, essendo inclinato verticalmente ad angoli che variano da +14°, inclinati verso l’esterno a piano terra, a -27° inclinati verso l’interno del 21mo piano.
Le pinne curve esterne in alluminio hanno la funzione di ombreggiamento rispetto alle posizioni nelle quali il sole è particolarmente inclinato, consentendo comunque un’eccellente penetrazione della luce naturale.
70 St Mary Axe

Questa schermatura solare è di particolare beneficio sul lato Sud (sud-ovest), riducendo significativamente l’apporto di calore complessivo e ritardando (e quindi riducendo) il carico di irraggiamento solare di picco su questo fronte, in questo modo si ottiene una notevole riduzione del consumo complessivo di energia dei sistemi di raffreddamento dell’edificio.


Dal 21mo piano fino all’apice dell’edificio, i pannelli in alluminio curvato (anodizzato azzurro) sono posizionati tra le pinne (anodizzato bronzo chiaro) estendendo la linea blu del vetro curvo sottostante per continuità visiva, e mantenendo il necessario grado di permeabilità all’aria dell’impianto posto in copertura.

Foggo Associates London
Foggo Associates London
Foggo Associates è uno studio di progettazione fondato nel 1989 nel centro di Londra, che realizza opere innovative ed ecologicamente sostenibili. L’ufficio è un unico grande ambiente open-space. I tecnici, principalmente architetti e ingegneri strutturisti, collaborano a stretto contatto con i clienti, i fornitori e gli altri professionisti, per creare edifici di rilievo adatti alle esigenze e alle aspirazioni dei fruitori. Il portfolio dello studio comprende uffici, progetti di infrastrutture commerciali, residenziali, industriali e di trasporto, abitazioni private e anche piani regolatori urbani.
70 St Mary Axe

70 St Mary Axe

La forma ellittica che ha rivoluzionato lo skyline londinese

Project Specs

  • Location: Londra
  • Anno di completamento: 2019
  • Contractor: Mace
  • Foto: Sokari Higgwe
SEE ON STREETVIEW

Technology

70 St Mary Axe

Il rivestimento

Concettualmente parlando, l’involucro esterno di 70 St. Mary è caratterizzato da due tipi di facciata:
La facciata piana sui fronti est ed ovest e la facciata curva che, seguendo l’andamento ellittico dell’edificio, corre dalla base del fronte nord a quella del fronte sud attraversando ed avvolgendone l’apice.
Il netto contrasto tra questi due tipi di facciata accentua il carattere iconico di 70 St. Mary Axe.
Il rivestimento tipico degli uffici nord e sud è caratterizzato da fin verticali e rettangolari in metallo, intervallate da pannelli di vetro incassati a spaziatura regolare che seguono la forma ellittica dell’edificio.

Facciate curve - prospetti Nord e Sud

Le pinne esterne sono curvate per seguire e definire la particolare forma dell’edificio, così come l’intera facciata, comprese le cellule vetrate con i relativi telai in alluminio.

Questi due fronti del progetto sono suddivisi in 4 grandi fasce larghe 12m, suddivise da pannelli larghi 500mm che seguono il profilo esterno delle pinne e coincidono con le colonne strutturali perimetrali.
Dal piano terra al 20°, un sistema di facciate continue con telaio in alluminio a doppio vetro ad alte prestazioni è fissato sul retro delle pinne, creando aree completamente vetrate da pavimento a pavimento che integrano velette interne a copertura dello spessore tecnico (estradosso del soffitto).

Designed by

Foggo Associates London Architetti

Il complesso di 70 St. Mary Axe è costituito da un edificio a forma semi-ellittica, con 28.000 m2 (300.000 sq ft) di superficie netta ad uso uffici, distribuita per i 19 piani di altezza, che a loro volta sono posti su un ingresso a doppia altezza del piano terra.

Sempre a livello della strada saranno comprese delle aree pubbliche e negozi.La sostenibilità è un tema cardine di questo progetto che integra una geometria sorprendente con un edificio altamente efficiente e che ottiene il grado di BREEAM Excellent.

L'altezza e la forma dell'edificio sono stati sviluppati per creare una sagoma unica come replica alle strategiche viste adiacenti. Pinne verticali per le facciate curve ed involucro a cellule strutturali migliorano il comfort interno in termini di controllo solare con una riduzione del carico termico dovuto all’irraggiamento. Altre misure volte al contenimento energetico, come ad esempio accumulatori di energia termica interrati, si traducono in un design con basse emissioni di CO2. Pur non essendo uno dei grattacieli più alti della zona, 60-70 St. Mary Axe è destinato a diventare un nuovo punto di riferimento nella City di Londra.

Other Façade Systems

Se osservate obliquamente, le superfici metalliche appaiono come l’elemento predominante creando un forte contrasto con la riflettenza delle facciate piane dei fronti est ed ovest.

I 12 metri di distanza delle colonne strutturali perimetrali sono espressi, sulle facciate nord e sud, da solidi rivestimenti metallici che seguono anche il profilo curvo dell'edificio.
Alle estremità questi involucri formano il bordo perimetrale continuo in metallo solido verso le facciate del timpano est e ovest.

Grazie al suo orientamento e alle fin che svolgono un’azione di ombreggiamento, l'edificio beneficia di una schermatura solare per una significativa porzione di giornata, riducendo
così sensibilmente il carico di raffreddamento complessivo sui servizi dell’edificio.
Nella parte superiore dell'edificio, una rete metallica perforata è posizionata tra le fin al posto dei vetri al fine di consentire la libera circolazione dell'aria ai vani tecnici situati in questi piani, fornendo anche una schermatura semitrasparente di questi impianti dalla strada e dagli edifici adiacenti.

Facciate piane - Prospetti Nord e Ovest

Le facciate est (sud-est) e ovest (nord-ovest) sono costituire da un sistema di cellule doppio vetro ad alte prestazioni, che si presentano senza cornice all’esterno per creare ampi fronti verticali omogenei alle estremità dell’edificio.
Dai piani 2 a 20, nella zona uffici, il sistema comprende aree vision a tutta altezza, con montanti posti ad una distanza di 1,5m (coordinandosi con la griglia di planimetria interna) e pannelli posteriori integrati con velette interne a copertura dello spessore tecnico. Il sistema è stato quindi progettato con cellule di altezza pari all’interpiano e larghezza pari a 1,5 m.

Tende veneziane interne regolabili offrono protezione contro l’abbagliamento e tutela della privacy. Tali tende saranno normalmente in posizione abbassata, con possibilità di controllo della inclinazione per gli occupanti degli uffici e saranno sollevate solo per operazioni di manutenzione e pulizia.

Le veneziane combinate con il coating ad alta prestazione delle cellule a doppio vetro e l’orientamento dell’edificio, riducono sostanzialmente l’apporto di calore su questi prospetti in modo da garantire i livelli richiesti per il comfort degli occupanti ed il complessivo consumo energetico.

Il sistema a cellule è stato ingegnerizzato per ottenere una performance termica di 1,3 W / m2°k con un controllo energetico del fattore solare inferiore del 34% e con una trasmissione luminosa superiore al 62%.
Dal livello 21 all’apice dell’edificio, le cellule vetrate sono schermate internamente da un sistema di a doppia pelle che integra un modulo apribile contenente delle tende veneziane, mantenendo così l’omogeneità estetica con l’involucro delle aree uffici sottostanti.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info