King's Cross Central - 6 Pancras Square

La terracotta è una rilettura contemporanea del contesto Vittoriano circostante.

Il sistema di facciata è una reinterpretazione delle locali costruzioni in muratura, con i suoi telai in alluminio anodizzato nero ed il rivestimento di terracotta. Questa elegante cornice crea un ricco e dinamico contrasto con le altre superfi ci vetrate.

L’approccio semplice di questa confi gurazione attinge direttamente dal linguaggio tipico dell’architettura industriale di epoca vittoriana.

Wilmotte & Associates
Wilmotte & Associates
L’architetto Jean-Michel Wilmotte è nato a Soissons nel 1948 e ha studiato interior design presso la scuola di interior design Camondo a Parigi. Appena due anni dopo la laurea, ha fondato il suo studio a Parigi nel 1975. Il suo stile ha influenzato una serie di personalità tra cui François Mitterrand, che gli chiese di progettare una parte dei suoi appartamenti privati all’Eliseo nel 1982. Subito dopo, il sindaco di Nimes, Jean Bousquet, gli ha commissionato la riqualificazione del municipio e del Museo delle Belle Arti. Nel corso degli anni, lo studio si è diversificato e opera principalmente in cinque settori chiave: architettura, interior design, museologia, urbanistica e design. L'attenzione ai dettagli permette a Jean-Michel Wilmotte ed al suo team di lavoro, di affrontare ogni tipo di progetto dal più piccolo a quello in grande scala, passando da una casa a un grattacielo, da un negozio ad un headquarter aziendale, da una galleria d'arte ad un museo, fino all’arredo urbano. Il tutto mantenendo una estrema cura nell’uso di materiali nobili e delle finiture di pregio. Attualmente lo Studio Wilmotte & Associates dispone di 185 dipendenti, ed ha preso una chiara dimensione internazionale e multiculturale, con progetti in oltre 20 paesi in tutto il mondo. Lo Studio oggi ha quattro sedi: a Parigi, a Sophia-Antipolis, a Londra e a Seoul. Nel 2005, la Fondazione Wilmotte è stata creata per promuovere l'innesto urbano attraverso il Premio W, con l'obiettivo di aiutare e incoraggiare i giovani architetti. Nel 2010, secondo una ricerca della rivista di design Building UK, lo studio è presente nella classifica mondiale delle 100 maggiori società di architettura.
King's Cross Central - 6 Pancras Square

King's Cross Central - 6 Pancras Square

L’attenzione per il dettaglio e la scelta di materiali vibranti apporta texture a questa volumetria, giocando con la tipica luce londinese in continuo mutamento

Project Specs

  • Location: Londra
  • Anno di completamento: 2015
  • Contractor: Vinci Construction
  • Foto: Charlotte Wood Photography - Edmund Sumner
SEE ON STREETVIEW

Technology

King's Cross Central - 6 Pancras Square

L’edificio ha una pianta di 100m di lunghezza per 50m di larghezza e un’altezza di 52m circa per oltre 15.000 m2 di
facciate a cellule con tecnologia a silicone strutturale e a fermavetro, facciate a doppia pelle compatta, atrio interno, un enorme lucernario a chiusura dello stesso e balaustre perimetrali sui terrazzi.

Il modulo tipico delle facciate esterne è di 2000mm e 1000mm per altezza interpiano di 3850mm. L’edificio è caratterizzato dall’alternarsi di vetro low-iron e terracotta ondulata di colore giallo (realizzata ad hoc) creando tra loro un dinamico contrasto. Splendide le cellule ad angolo vetrovetro di notevoli dimensioni, con lati da 2400mm in pianta e una altezza di interpiano 3850mm prefabbricate in officina.
La finitura anodizzata nera degli ornati esterni contribuisce a mettere in risalto la complessa architettura dell’edificio che si integra perfettamente nella cornice urbana di King’s Cross.

Le cellule vetrate e di cotto sono state assemblate in Italia come elemento prefabbricato e successivamente trasportate in UK per il montaggio.

Il piano terra e il piano primo del prospetto ovest (lato Saint Pancras Station) sono realizzati con una facciata a cellule a doppia pelle compatta scelta progettuale dettata da ragioni termiche e acustiche.

Designed by

Wilmotte & Associates Architetti

La caratteristica principale di 6 Pancras Square è questa volumetria imponente che è stata scolpita per fondersi perfettamente con il contesto.

Con una massa lunga quasi 100 m, i suoi 50 metri di larghezza e 52 di altezza, questo progetto affronta la sfida di riuscire a diffondere luce naturale in tutto l’edificio e di farla penetrare anche nelle zone più interne, inoltre è in grado di offrire degli efficienti spazi per ufficio, di grande qualità ed estremamente flessibili.

Per questo complesso è stata studiata una geometria particolarmente originale, quasi unica a Londra. L’attenzione per il dettaglio e la scelta di materiali vibranti apporta texture a questa volumetria, giocando con la tipica luce londinese in continuo mutamento. Il rivestimento è stato progettato come un intreccio di argilla e metallo. L’elemento principale è costituito da costolature di terracotta con pinne sporgenti fino a 34m di altezza.

Il sistema di involucro a cellule ha consentito un perfetto controllo delle tolleranze di produzione di questi pilastri in terracotta, con 55,000 piastrelle ondulate estruse ad hoc. Il sistema di facciata ha trasformato un materiale tradizionalmente naturale come l’argilla in un involucro altamente sofisticato ed inusuale per degli edifici per uffici.

Other Façade Systems

Principali tipologie di facciata

TIPO T1: cellule a silicone strutturale a tutta altezza con vetro camera con lastra esterna stratificata 66.2mm HP 70/39 low-iron, canalino 20mm warm edge nero e vetro interno stratificato 55.2 low iron Ug 1.0 W/m2°K e pinne in alluminio verticali esterne.

T1B: doppia pelle compatta realizzata con vetro esterno stratificato 66.2 low iron indurito e vetro camera interno con lastra esterna 10mm HP 70/39 low iron indurita, canalino 20mm warm edge nero e vetro interno stratificato 55.2 low iron Ug 1.0 W/m2°K inserito in moduli apribili atti alla manutenzione delle tende impacchettabili montate nella cavità ventilata.

T1D: cellule a silicone strutturale ad angolo vetro-vetro camera con lastra esterna stratificata 66.2mm HP 51/33 low iron, canalino 20mm warm edge nero e vetro interno stratificato 55.2 low iron Ug 1.1 W/m2°K

T1F: Sistema atrio interno realizzato con vetri stratificati tutta altezza con profili ornamentali anodizzati di colore nero davanti al vetro stratificato 10+10.2mm low iron indurito.

TIPO T2: cellule a fermavetro con vetro camera con lastra esterna 10mm HP 70/39 low iron indurita, canalino 20mm warm edge nero e vetro interno stratificato 55.2 low-iron Ug 1.0 W/m2°K e cellule opache in terracotta ondulata gialla realizzata ad hoc per il progetto.

TIPO T3A: cellule a silicone strutturale a tutta altezza con vetro camera con lastra esterna 10mm HP 70/39 low iron indurita, canalino 20mm warm edge nero e vetro interno stratificato 55.2 low iron Ug 1.0 W/m2°K e cellule opache shadow box con vetro lastra esterna 10mm HP 70/39 low iron indurita, canalino 20mm warm edge nero e vetro interno 10mm low iron temperato Ug 1.0 W/m2°K.

ATRIA ROOF: lucernario realizzato con sistema a montanti e traversi con vetri camera di notevoli dimensioni con lastra esterna 12mm HP 70/39 low iron indurita, canalino 20mm warm edge nero e vetro interno stratificato 66.2 low iron indurito Ug 1.0 W/m2 °K montati con chiavette esterne i vetri sono stati sigillati in opera con silicone nero.

BALAUSTRE: realizzate con vetri vetro esterno stratificato 66.2 low iron indurito con corrimano
realizzato in estruso di alluminio.

Atrio

L’atrio interno è costituito da vetri stratificati monopiano a passo 2000mm caratterizzato da ornati in alluminio anodizzato nero di grosse dimensioni.
I pannelli marcapiano e le colonne sono state realizzate in lamiera microforata fono assorbente così da aumentare il confort acustico nelle zone comuni dell’atrio.
 

Il lucernario a chiusura dell’atrio interno è realizzato con un sistema a montanti e traversi, i vetri di notevoli dimensioni (2000mm per 4000mm) sono fissati con un sistema a “chiavette”, la sigillatura dei giunti è stata realizzata in opera con silicone nero. Altro elemento che caratterizza il progetto sono le splendide balaustre dei terrazzi panoramici realizzate in continuità
con le cellule provenienti dal piano sottostante integrandosi perfettamente nel sistema cellula come unico elemento architettonico.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info